Negli ultimi tempi i tassisti sono stati protagonisti di estenuanti bracci di ferro con il Governo che hanno portato anche a scioperi nazionali ma qual è la situazione attuale? Sciopero taxiLa nuova Autorità indipendente dei trasporti partirà subito e non entro sei mesi come inizialmente previsto dal testo uscito da Palazzo Chigi. Ma per i tassisti non cambia molto.

La competenza per la concessione di nuove licenze ai tassisti è di nuovo dei Comuni, . I sindaci dovranno richiedere un parere in via preventiva alla nuova Autorità, che potrà valutare il numero delle licenze e il livello delle tariffe. Tale parere non ha forza vincolante, e in caso di inottemperanza dei sindaci l'Autorità potrà solo presentare ricorso al Tar. Il governo aveva voluto una soluzione più vincolante, permettendo quantomeno all'Autorità di far valere i poteri di sostituzione al sindaco inerte ma il Pdl ha bocciato questa alternativa.

Il malcontento della categoria è alto e non sono esclusi nuovi scioperi.

Tassisti milanesi: dopo gli scioperi ancora questioni irrisolte

Ti segnaliamo anche i seguenti articoli:

  1. Tassisti in sciopero a Milano per protestare contro la manovra
  2. Via Solari dopo l’incidente di Giacomo: le proteste dei negozianti
  3. Pisapia e le “dolorose” decisioni: lettera del sindaco ai Milanesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *