Ha debuttato lo scorso 3 ottobre a Milano la mostra «Body Worlds», dedicata al mondo del corpo umano.Scheletri mostraIl Comune ha deciso di ospitarla presso la Fabbrica del Vapore in via Procaccini a patto che nessuna delle opere esposte potesse urtare la sensibilità del pubblico. Per questo motivo, dopo la preview, due rappresentanti del Comune hanno chiesto agli organizzatori della mostra di eliminare la riproduzione di un feto e del teschio di bambino. E forse è per prendere dalle distanze dalla mostra prodotta da Arts & Sciences Italy che nessun esponente di Palazzo Marino ha partecipato  alla conferenza stampa di apertura.

In ogni caso la mostra, senza le due "opere" incriminate, ha aperto i battenti. A disposizione del pubblico 2000 mq di esposizione per conoscere meglio il corpo umano. Già a Roma erano stati circa 150 mila i curiosi che avevano pagato il biglietto per questa realistica lezione di anatomia. E' una mostra che da anni fa il giro del mondo.

Ricordiamo che tutti i preparati anatomici sono veri e appartengono a persone che, quando erano in vita, hanno acconsentito a partecipare al progetto donando il proprio cadavere dietro anonimato. La tecnica della plastinazione con cui i corpi vengono trattati permette di conservare a lungo tessuti e organi.

Il costo del biglietto intero è di 15 euro. Non tutti sanno che la mostra è aperta anche ai bambini dai sei anni, con biglietto leggermente ridotto (12 euro). La mostra dura fino al 31 dicembre 2012.

Body Worlds: a Milano in mostra l’anatomia tra le polemiche

Ti segnaliamo anche i seguenti articoli:

  1. Eventi alla Permanente di Milano: la musica in mostra
  2. Arte povera in mostra alla Triennale di Milano: un omaggio al movimento nato negli anni ’60
  3. Mostre per bambini a Milano: 25 anni di storia della Pixar
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *