Cresce vertiginosamente il numero degli artisti di strada a Milano: tra di loro molti giovani, non solo disoccupati o precari che si "arrangiano" ma anche laureati che vedono in questa vita la relaizzazione del sogno di libertà.Edwin BischeriTra questi ultimi ad esempio troviamo Edwin Bischeri, laureato alla Bocconi: nel 2006 ha lasciato un lavoro a tempo indeterminato per dedicarsi al marketing ma è seguita solo una serie di contratti a progetto con grandi aziende. Ora, suonando per strada, riceve consensi della gente e guadagna 1000-1200 euro al mese esibendosi tre volte a settimana.

Gli artisti hanno costituito un'Associazione e la risposta da Palazzo Marino non è tardata. Il regolamento promosso dai consiglieri comunali Filippo Barberis (Pd) e Luca Gibillini (Sel), è stato approvato lo scorso 18 settembre. Avrebbe dovuto diventare attivo il 18 novembre, ma per problemi logistici sarà rimandato ai primi di dicembre o al massimo ad inizio 2013.

Aumenta il numero delle postazioni: dalle 25 attuali, tutte in centro, si arriverà a quasi 200 coinvolgendo anche altre  zone della città. Le esibizioni potranno essere anche di gruppo. Cambia anche l'iter di assegnazione degli spazi: non ci sarà più il sorteggio del lunedì mattina fatto dai vigili urbani di via Beccaria. Sarà sufficiente una dichiarazione di attività annuale e la prenotazione dei posti all’Informagiovani. Entro aprile 2013 dovrebbe partire anche il sito, con possibilità di prenotarsi online.

Per assicurare meritocrazia la Giunta ha anche in mente l'istituzione di una commissione che valuti la qualità delle esibizioni oltre al rispetto delle regole

Artisti di strada a Milano: in arrivo il regolamento del Comune

Ti segnaliamo anche i seguenti articoli:

  1. Comune di Milano: nuove tasse in arrivo per il 2012
  2. Aggressioni in metro: in arrivo vagoni e aree riservate alle donne
  3. Settimana della moda: attiviste ucraine nude in strada durante la sfilata di Versace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *