La fatturazione elettronica in cloud

I primi dati sull’adozione della fattura elettronica in Italia confermano quanto già sospettavamo: il fatturato è sempre ai primi posti nelle priorità del milanese tipo (insieme a un’altra cosa che inizia con la ‘f’, direbbero i nostri amici del Milanese Imbruttito).

Questa naturale inclinazione alla fatturazione del meneghino tipo quest’anno si sposa con la sua predisposizione ad abbracciare ogni nuova tecnologia che serva a dimostrare che il milanese, quando c’è da performare, è sempre avanti a tutti. E sulla fatturazione non si fa eccezione!

E’ quindi naturale che, nel 2019, la fatturazione elettronica diventi l’arena della competizione in un paese fondato sulla piccola e media impresa.

Abbiamo quindi deciso di parlare direttamente con i fornitori di questo servizio e sentire dalla loro viva voce cosa ne pensano di questo fenomeno. Inutile dire che tutte le principali aziende che offrono software per la fatturazione elettronica sono basate a Milano, regno delle PMI…

Sul territorio milanese le piattaforme più utilizzate per la fatturazione elettronica sembrano essere:

Agenzia delle Entrate/Fisco Online – Fatture e Corrispettivi assistenza online
  1. Fatture In Cloud
  2. ImpresaGo

In attesa di poter parlare con i primi due abbiamo reperito Federico Bolondi, titolare di impresago.it, il quale ci ha fornito la sua chiave di lettura su questo fenomeno.

MilanoSpia: “Federico, che cosa ne pensi dell’obbligo di fatturazione elettronica per le PMI milanesi?”

Federico Bolondi: “Milano ha un tessuto economico che si fonda sulle piccole e medie imprese e sui liberi professionisti attivi soprattutto nei servizi. Molti stanno decidendo in questi giorni che soluzioni adottare per gestire rapidamente questo nuovo obbligo.”

MS: “Quali sono i pro e i contro della fatturazione elettronica?”

Federico: “La fatturazione elettronica, al di là di qualche inconveniente in questa prima fase di adozione, rappresenterà sicuramente un’opportunità per snellire e semplificare i processi contabili. Veri e propri contro non ci sono, se non il fatto di dovere utilizzare applicativi nuovi che inizialmente che inizialmente potrebbero richiedere dei tempi di adattamento”.

MS: “Quali sono i criteri per scegliere il miglior software per la fatturazione elettronica?”

Federico: “Il software deve essere assolutamente in cloud e possibilmente avere un’app a supporto. Deve essere semplice, intuitivo e veloce da utilizzare al fine di non impattare negativamente sui processi aziendali.”

Milano batte tutti sulla fattura elettronica

Ti segnaliamo anche i seguenti articoli:

  1. BikeMi: tutti i trucchi da sapere
  2. Comunicato stampa sulla condizioni di Cassano: Galliani rassicura i tifosi
  3. Dove risparmiare sulla benzina a Milano: arriva Q8easy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *